GLI APPUNTAMENTI DI TELESUD - Alle 20:45, e in replica a mezzanotte, appuntamento con Sport Sud - Il Lunedì. Ospiti in studio, il giornalista Franco Cammarasana e il pivot della Pallacanestro Trapani, Nenad Simic. Alle, 23 per II Repubblica, Nicola Baldarotta, nella prima parte, ospita il senatore Fabrizio Bocchino, candidato al senato in Sicilia Occidentale con Liberi e Uguali; nella seconda , Antonio Lombardo, capolista alla Camera per il Movimento 5 Stelle nel collegio Trapani- Marsala-Monreale-Bagheria. Sul canale 6


Archiviazione per Monsignor Treppiedi
Cronaca

Archiviazione per Monsignor Treppiedi


Una vicenda che ha tenuto banco per anni sulla stampa siciliana; iniziata con ben altri contorni di cronaca, oggi, continua sempre più a delinearsi il vero quadro in cui quelle vicende si svilupparono. Da Miccichè vittima di un complotto mediatico e ignaro gestore delle cose della Curia Vescovile di Trapani a presunto manovratore occulto della diocesi trapanese. Nelle scorse settimane, infatti, è arrivato un altro colpo che fa crollare la costruzione di "vittima" che il prelato di Monreale aveva fatto intendere di essere sulla stampa ed in Procura quando denuncio il suo ex braccio destro Ninni Treppiedi, allora economo della Curia, ed i giornalisti Gianfranco Criscenti e Giuseppe Pipitone; infatti, il Giudice per le indagini preliminari Antonio Cavasino ha disposto l'archiviazione per tutti e tre dal reato di diffamazione a mezzo stampa in concorso su richiesta della stessa Procura di Trapani a firma del sostituto procuratore Marco Verzera. Dunque, le accuse allora formulate dall’ex vescovo a carico del sacerdote e dei giornalisti oggi si rivelano del tutto infondate e non sono che un ulteriore tassello del quadro assai problematico che si sta delineando attorno alla figura di Miccichè che si ritrova dal 2015 ,addirittura, sotto indagine per iniziativa della stessa Procura della Repubblica, cui si era rivolto per denunciare il suo ex economo, con le accuse di malversazione aggravata ed appropriazione indebita a danno della Diocesi di Trapani e della Fondazione Auxilium da lui amministrata, anche per tramite di suo cognato Teodoro Canepa, figura assai chiacchierata nel corso degli anni per l'assoluta inadeguatezza professionale per l'incarico a fronte dell'onerosissimo compenso che ne riceveva grazie all'indicazione fiduciaria dell'ex Vescovo, circostanze sollevate proprio dall’inchiesta giornalistica di Pipitone e Criscenti. Per padre Treppiedi, comunque, è la terza archiviazione dopo quella del 2015 sugli inesistenti fondi sottratti alla Diocesi e portati allo IOR e quella del 2016 sulle fantasiose somme che i media avevano riportato in quelle settimane, forse dietro fine suggeritore, sottratte alla Chiesa Madre di Alcamo. Per l'ex Vescovo Miccichè, invece, la strada per chiarire le sue molteplici posizioni giudiziarie è probabilmente assai lunga.

( Letto 1040 volte)


Lascia un commento

Time: 0.34317398071289 s